Il #SanGiorgio2013 visto dai #Serpenti del #Quartu1

dal sito del Quartu 1°

Il San Giorgio raccontato dai

Serpenti del Quartu 1°

 

Il 27 e il 28 aprile c’è stata l’ edizione 2013 del S. Giorgio della zona di Cagliari. Le squadriglie partecipanti erano tantissime come ogni anno. Il campo quest’anno si è svolto nella zona di Capoterra a Is Olias. Prima del S. Giorgio proprio per la preparazione del campo le squadriglie di vari reparti si sono gemellate. Noi sq. Serpenti del Quartu 1° eravamo gemellati con i Leoni del Selargius. Il nostro compito era quello di costruire l’alzabandiera. Per raggiungere il risultato ci siamo riuniti due volte, la prima volta per fare la prova e la seconda per costruirla. Per l’alzabandiera abbiamo ricevuto numerosi complimenti da parte di capi di tutti reparti e secondo loro da un po’ di anni al S. Giorgio non si vedeva una alzabandiera così bella.

Alzabandiera Scout

L’orario della partenza era alle 14:45 e in tutto il reparto c’era molto fermento. Dopo aver caricato il camion siamo quindi partiti alla volta di Capoterra. Questo momento era particolare sopratutto per gli esploratori e le guide che per la prima volta partecipavano al campo.

Reparto Kim-Kilt al San Giorgio 2013

Dopo un’ora circa di viaggio siamo arrivati al campo e subito dopo aver raggiunto il posto dove il nostro gruppo doveva stare abbiamo cercato l’angolo e incominciato a montare. Dopo le prime difficoltà, dovute anche al fatto che in sq. siamo in 11 e quindi dovevamo montare 2 tende, siamo riusciti a terminare l’angolo e abbiamo avuto anche il tempo di cercare la legna. Siamo stati quindi richiamati all'alzabandiera dove abbiamo incominciato ufficialmente il campo proprio con l’alzabandiera fatta quest’anno dai vincitori del S. Giorgio dell’anno scorso: le Linci del Quartu 3. Dopo il momento preghiera c’è stata una prima presentazione dell’ambientazione del campo cioè l’epoca del fascismo in Italia durante il quale tutte le organizzazioni non dichiarate fasciste dovevano essere chiuse e di conseguenza anche gli scout. Quest’anno l’ambientazione del campo toccava molto il nostro gruppo infatti le Aquile Randagie, una sq. scout del Milano, furono il simbolo della lotta al fascismo da parte degli scout, di questo gruppo è capo proprio Giulio Cesare Uccellini "Kelly" che è stato scelto come nome del nostro gruppo: Quartu 1° Kelly. Quindi dopo la presentazione siamo quindi tornati nei nostri angoli per preparare la cena. In seguito siamo quindi stati chiamati nuovamente all'alzabandiera per il primo gioco del campo.

alzabandiera scout in notturna

Esso prevedeva di andare in giro per il campo e trovare 10 messaggi cifrati. Dopo averli trovati bisognava quindi trovare alcuni capi che ci davano una chiave di lettura per risolvere il messaggio. Noi serpenti in questo gioco siamo andati abbastanza bene recuperando 9 messaggi e 14 lettere dell’alfabeto. Terminato il gioco tutti più addormentati che svegli siamo andati a dormire nei nostri angoli.

L’indomani la sveglia era prevista per le 7:30 e seppure con qualche difficoltà ci siamo svegliati e dopo aver fatto l’alzabandiera abbiamo fatto la ginnastica preparata dalle sq. Incaricate. Dopo essa siamo stati richiamati all'alzabandiera per la spiegazione del grande gioco.

lancio attività scout

Esso consisteva nel portare più persone(rappresentate da omini di carta) in svizzera (rappresentata dalla bandiera della svizzera) ma per farlo bisognava avere un passaporto falso, ma bisognava stare attenti dai fascisti ( i capi) che potevano toccarti e prendere o la persona o il passaporto. Per procurarsi il passaporto o la persona si poteva sfidare una sq. O con scalpo di sq o con la lotta di parole, o nello stage che erano di tipo diverso (ad esempio campismo, giornalismo, espressione etc.). Al contrario del primo il secondo gioco per la nostra sq non è andato molto bene poiché non abbiamo avuto una buona strategia di squadriglia. Terminato il Grande Gioco siamo quindi tornati negli angoli per pranzare e prepararci per la gare di cucina che quest’anno prevedeva la cottura del pane.

Pane al forno

Noi abbiamo fatto il pane arabo anche grazie al nostro squadrigliere Kamal che è di origine araba. Il nostro pane è venuto abbastanza buono e siamo usciti soddisfatti dalla gara di cucina. Terminata la gara abbiamo quindi smontato l’angolo e portato il materiale vicino al camion, e abbiamo avuto il tempo anche di aiutare le altre sq. del nostro reparto che non avevano ancora terminato. Siamo quindi stati richiamati all’alzabandiera per la celebrazione della messa durante la quale la sq del nostro reparto , i Castori, hanno spiegato il vangelo del giorno assieme alla loro sq gemellata.

Terminata la messa c’è stata la premiazione per i vari campi e per la sq vincitrice del S. Giorgio. Quest’anno c’è stato un colpo di scena: due sq si trovavano prime a pari punti, i Leoni del Selargius e le Tigri del Cagliari 9. Si è quindi decisa la sq vincitrice con lo scalpo di sq e alla fine hanno vinto le Tigri del Cagliari 9. C’è stata quindi la cerimonia dell'ammaina bandiera fatta questa volta dalle tigri del Cagliari 9 neo vincitrici.

San Giorgio Zona di Cagliari

Siamo quindi tornati al parcheggio dove abbiamo preso la corriera e siamo tornati in sede. Prima di lasciare andare tutti a casa c’è stata la cerimonia della promesse e della dichiarazione della sq vincitrice dell’impresa del S. Giorgio del nostro reparto e per la nostra grande gioia eravamo proprio noi!!!!

Siamo quindi tornati a casa con la convinzione di aver fatto un buon S. Giorgio.

Buona Caccia dalla Squadriglia Serpenti del Quartu 1°