Dall'Unione Sarda di domenica 3 Febbraio 2013: Diversi ma Uniti

Pubblichiamo il contenuto dell'articolo riguardante la festa "Uniti nelle Diversità", organizzata dalla Caritas di San Luca alla quale hanno partecipato il Quartu 4, il Quartu 1 e il Cagliari 2.

20130202SanLuca

Diversi ma uniti: in parrocchia festa multietnica

Serata all'insegna dell'integrazione e dell'amicizia ieri a San Luca. Le porte del salone parrocchiale di via Nora, in cima alla collina di Su Forti, si sono spalancate per accogliere centinaia di ospiti: dagli atleti disabili della Saspo e del team Special olympics agli scout. Presenti tanti stranieri residenti nell'hinterland, tra cui un gruppo di Rom dell'ex campo sulla 554, che da mesi vivono a Margine Rosso. «Dopo la diffidenza iniziale, poi le barriere sono cadute», commentano i Rom, «oggi ci sentiamo integrati». L'animazione (musica e balli) è stata curata da Alberto Perra e Gianfranco Boi, giovanissimi sessantenni abili a passare con disinvoltura da Ligabue ai Pink Floyd, da Celentano ai Beatles.

UN SUCCESSO Entusiasta il giovane parroco don Albino Lilliu, a San Luca da ottobre, e con lui l'organizzatore Mimmo Mainas, che fa parte della Caritas, così come Marcello Porceddu: «In tempi come questi non è facile organizzare una serata il cui obiettivo è unire nella diversità, invece anche questa seconda edizione è stata un successo»: un premio, dopo mesi di lavoro spesi per organizzarla. «Una festa splendida», conferma Luciano Lisci, 37 anni, atleta della Saspo di Gonnosfanadiga. La festa è filata via veloce tra crepes alla nutella, tortine e palloncini. Grande entusiasmo, non solo tra i piccoli, per i tornei di bocce e minicalcetto.

Paolo Loche