#TerraSanta luogo di #Route @agesci #rs #internazionale

Terra Santa luogo di Route

[..] Quindi io direi che l’atteggiamento con cui si va a Gerusalemme è l’atteggiamento di Fede, cioè di vedere dietro e dentro le cose, i luoghi e le persone, la figura vivente di Cristo. Se no, uno diventa un conoscitore della topografia o della sociologia, ma non acquista molto. Un atteggiamento di fede che si dimentica facilmente, perché poi ci si interessa a tante piccole cose.

[..] Primo, la Fede, come punto fondamentale. Secondo, se possibile, non giudicare. Perché uno va e poi sente uno, sente l’altro e allora dà ragione all’ultimo e si mette in una certa categoria. E allora è meglio non giudicare, pregare per tutte le violenze, le dialettiche che ci sono, ma non scegliere una parte o l’altra, perché si sbaglia. E di solito Gerusalemme è un mondo così complesso, perché ha tremila anni di storia, trentasette volte conquistata, distrutta... che quando uno comincia a dire “Non ci capisco niente” allora vuol dire che ha capito qualcosa.

-Cardinale Carlo Maria MARTINI-

 

Zaino, Bibbia e un paio di scarponi comodi… gli ingredienti giusti per partire verso una terra che vi cambierà la vita: la Terra Santa. Ebbene sì, visitare la Terra Santa significa riscoprire se stessi, rafforzare la propria spiritualità. Sono tantissimi i capi e i rover/scolte che hanno percorso in questa terra gli stessi sentieri di Gesù. Che hanno letto la Parola di Dio, dove Gesù la predicava alle folle. Sono tantissimi gli scout, che grazie a questa esperienza, hanno sentito rinascere la fede in Dio e riscoperto la propria vocazione.

Il Progetto Terra Santa propone ai capi e ai clan di organizzare una route in Israele e nei Territori dell’autonomia palestinese, offrendo loro di vivere, oltre un momento di fede, anche la dimensione internazionale dello scautismo suggerita da B.P. come uno stile, un vissuto, un intervento educativo necessario e permeante.

Leggi l'articolo completo [PDF].

Se siete interessati a organizzare una route in Terra Santa consultate il sito o contattate direttamente il “referente progetto”: Massimo De Luca  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.