Campo PC – "Estote Parati…con competenza e responsabilità"

Si è svolto in Loc. Monte Cresia, nella meravigliosa cornice del Parco dei Sette Fratelli, la II edizione del Campo di Protezione Civile che ha visto come protagonisti 20 partecipanti, di cui 12 Capi e 8 RS, provenienti principalmente dalla Zona di Cagliari e dalle diverse Zone della Regione Sardegna.

articolo01

L’evento, proposto dalla Pattuglia PC della Zona di Cagliari, in collaborazione con diverse associazioni ed istituzioni impegnate quotidianamente nel servizio di Protezione Civile (GRU.S.A.P. Poggio dei Pini – QUARTU SOCCORSO di Quartu Sant’Elena – PROCIV AUGUSTUS e CROCE ROSSA MILITARE) aveva come obiettivo quello di creare maggiore sensibilità e consapevolezza circa il fatto che ogni cittadino è coinvolto in caso di emergenza e deve possedere pertanto le competenze necessarie, quanto a prevenzione e comportamento in ogni tipo di situazione. Durante l’intero week end si è cercato di trasmettere il messaggio che quello della Protezione Civile sia uno “Stile” letteralmente incastonato nello Stile Scout, una cultura civica intesa come attività messe in campo per tutelare l’integrità della vita, i beni, la difesa e salvaguardia dell’ambiente dai danni o dai pericoli derivanti da calamità naturali, catastrofi o altre emergenze. Si è posto quindi l’accento sul fatto che gran parte delle attività svolte siano costituite da impegni concreti mirati alla prevenzione e previsione dei rischi.

Con l’iniziativa proposta, oltre a diffondere quella che è stata definita la “Cultura della Protezione Civile” in tutto, a partire dalle attività proposte nei diversi Gruppi, si sono raggiunti altri risultati certamente positivi. Infatti, dalla giornata di sabato, i partecipanti hanno avuto l’occasione di interagire con volontari impegnati nei diversi settori della Protezione Civile; le hanno incontrate e hanno fatto esperienze diverse, legate alla prevenzione e spegnimento degli incendi boschivi, l’utilizzo di apparati radio, il montaggio della Tenda Ministeriale PI 88, la conoscenza e l’esistenza del Metodo Augustus, oltre che il primo approccio al BLS.

Inutile dire che l’obiettivo di creare nei partecipanti l’interesse alla Protezione Civile è stato ampiamente raggiunto anche grazie al desiderio di conoscenza e condivisione di tutti.

Buona Strada

Alberto Gamboni

articolo02